Descrizione Progetto

Se produci medicinali possiamo aiutarti

Le richieste del settore farmaceutico

Quando si tratta di produrre medicinali come pillole, pastiglie o capsule le necessità delle aziende del comparto farmaceutico sono molto precise e stringenti; cosa sacrosanta quando si ha a che fare con la salute. I preparati che queste aziende commercializzano devono innanzitutto rispettare esatte percentuali di componenti ed ovviamente non possono essere contaminati da altri elementi chimici e men che meno da polvere o sporco di qualsiasi genere. Pure il ritmo di produzione deve essere rispettato minuziosamente; non sempre è possibile rimanere senza un farmaco o far affidamento sulle scorte ed in questi casi, da un fermo impianto, si hanno doppi danni. Non ultimo c’è da considerare che nel campo della farmacologia le macchine da alimentare per la produzione sono di molti tipi diversi, a titolo di esempio ci sono blisteratrici, compattatrici, opercolatrici, dosatrici, reattori e miscelatori. Non meno importante è la richiesta di mantenere le zone di lavoro pulite, non sempre si movimentano sostanze che disperse nell’ambiente sono innocue per l’uomo.

A differenza dei sistemi di trasporto tradizionali il trasporto pneumatico è in grado di rispondere positivamente a tutte queste necessità, anche nei casi più rigorosi in termini di parametri di operatività richiesti. Per i progettisti degli impianti di trasporto pneumatico dedicati ai principi attivi farmaceutici la parte più impegnativa è sicuramente quella di calibrare i sistemi, in modo che il movimentare polveri composte da più componenti e con pesi specifici diversi, non ne alteri l’omogeneità. Anche intuitivamente si riesce a capire che, senza una corretta progettazione, aspirare o spingere all’interno di una tubazione una polvere multicomponente porterà particelle pesanti e leggere ad assumere velocità diverse. Il rischio è che all’arrivo la polvere medicinale abbia un dosaggio diverso che alla partenza.

L’esperienza maturata nel settore e la gamma completa di impianti di trasporto pneumatico realizzati per la produzione farmaceutica, consentono alla nostra azienda di esaudire tutte queste richieste, anche nei casi più stringenti in termini di qualità del prodotto, sicurezza e pulizia. SOFAR S.p.a. si è infatti rivolta ad Apply appunto con necessità molto simili, legate allo spostamento di polvere farmaceutica all’interno dei suoi stabilimenti produttivi.

SOFAR S.p.a.

Sul mercato dal 1968 SOFAR attualmente offre soluzioni tecnologiche in ambito medico, sia ai professionisti che ai pazienti. Produce farmaci principalmente per le aree andrologica, dermatologica, gastrointestinale, ginecologica ed urologica. In più ha anche una propria linea di integratori alimentari. Presente in Italia ed in diversi paesi del Mondo con un brand che si posiziona tra i primi dieci nel settore dell’automedicazione.

SOFAR aveva la necessità di collegare un miscelatore biconico, dentro al quale vengono amalgamati per rotazione i principi attivi in forma di polvere, con una comprimitrice Fette, cioè una macchina automatica che compatta in continua la polvere farmaceutica riducendola in pastiglie. La movimentazione della polvere miscelata veniva fatta a mano, con tutti gli svantaggi del caso. Un sistema di trasporto pneumatico per polvere farmaceutica avrebbe permesso di migliorare ancor di più gli standard di igiene, aumentare la velocità della linea, tener monitorato l’andamento della produzione, lavorare senza sosta per lunghissimi periodi eliminando i fermo impianti ed anche ridotto la presenza umana in una produzione così sensibile.

Dettagli progetto

DATA

Luglio 2018

TIPOLOGIA

Farmaceutica

Sistema di trasporto pneumatico per polveri farmaceutiche

I progettisti Apply hanno creato un sistema di trasporto pneumatico in fase densa che porta la polvere farmaceutica a destinazione non direttamente, ma passando per una tappa intermedia. Dal miscelatore biconico i principi attivi verranno prima stoccati in un bin, ovvero in un contenitore chiuso in acciaio inox 316L con capacità 250 kg, per poi essere trasportati alla comprimitrice. Il transito per il bin è necessario perchè con la sua capienza garantisce che la comprimitrice abbia sempre polvere farmaceutica sufficiente per funzionare senza arresti, cosa che non avverrebbe con aspirazione diretta dal bicono. Grazie a due tramogge messe in depressione, una installata sopra il bin ed una sopra alla comprimitrice Fette, la polvere farmaceutica può coprire i due tratti del tragitto richiesto, viaggiando dentro a condotte chiuse, anch’esse in acciaio inox e con terminali in tubazioni flessibili atossiche ed antistatiche.

Vediamo a grandi linee come funziona questo sistema di trasporto pneumatico. Il bicono viene caricato con tutti i singoli principi attivi della ricetta e compie un certo numero di rotazioni, numero fissato appunto dalla ricetta, poi si ferma. A questo punto la tramoggia sopra il bin entra in funzione e si carica del prodotto aspirandolo dal miscelatore grazie alla depressione creata dalla pompa per vuoto. Quando la tramoggia raggiunge il livello di pieno, termina l’aspirazione, scarica la polvere farmaceutica nel bin ed effettua la pulizia automatica del filtro al suo interno. Il secondo pezzo del tragitto, dal bin alla Fette, avviene con le medesime modalità.

Peculiarità del sistema di trasporto pneumatico

Tre sono i punti interessanti da sottolineare in questo sistema di trasporto pneumatico per polveri farmaceutiche. Abbiamo detto che la polvere farmaceutica viene aspirata nelle tramogge grazie alla forza data dalle pompe a palette a secco. Questa forza ed il diametro dei tubi sono calibrati in maniera tale che dal bicono e dal bin il prodotto non venga prelevato in continua, ma a blocchi. Nelle tubazioni viaggerà così un treno di ammassi di prodotto, intervallati da spazi pieni di aria. É proprio questa modalità di funzionamento a garantire l’integrità della polvere, che arriverà alla comprimitrice mantenendo inalterate le percentuali di ogni singolo componente, esattamente come lo erano al bicono. Se aspirassi in continua, la polvere lungo il tragitto frullerebbe vorticosamente e finirebbe demiscelata all’arrivo.

Il secondo punto riguarda l’aria immessa nel sistema. Per spostare pneumaticamente in maniera morbida e scorrevole la polvere farmaceutica nelle condotte è essenziale introdurre una minima quantità di aria; ecco perchè questo impianto di trasporto pneumatico è definito praticamente chiuso. L’immissione avviene grazie ad un piccolo apparato di fluidificazione a valvole installato in corrispondenza del bicono e del bin. Questa aria non contamina assolutamente il prodotto, infatti dentro allo stabilimento SOFAR il livello di purezza dell’aria è elevatissimo, anche con controllo di temperatura ed umidità, in più all’imbocco di queste valvole c’è un ulteriore filtraggio.

Per finire una nota progettuale. Il sistema di trasporto pneumatico per polveri farmaceutiche che abbiamo realizzato non viene utilizzato per una singola ricetta, ma a seconda delle necessità deve trattare principi attivi diversi, per pillole diverse. Ad ogni cambio tutti gli elementi dell’impianto devono essere puliti e lavati o manualmente o in autoclave. Per limitare al minimo i tempi di smontaggio ed assemblaggio abbiamo concepito il tutto con sganci rapidi, pochi componenti e passaggi assolutamente intuitivi per gli operatori.

Sistema di trasporto pneumatico per mescolatore

Sempre per SOFAR abbiamo portato a termine anche un secondo impianto di trasporto pneumatico studiato per polvere farmaceutica, con funzionamento basato sulla medesima filosofia. In questo caso ci è stato richiesto di collegare un sistema a letto fluido, realizzato da IMA, con un mescolatore Viani a coclee orizzontali. Una tramoggia installata sopra il mescolatore e messa in depressione, permette di aspirare il prodotto tramite lancia manuale direttamente dal punto di partenza.

Punti di forza del sistema di trasporto pneumatico per polveri farmaceutiche

  • Semplice e di veloce installazione
  • Smontaggio e montaggio intuitivi
  • Totalmente pulibile
  • Facile da gestire
  • Con poche parti meccaniche in movimento richiede minima manutenzione
  • Possibilità di integrazione con tutti i sistemi esistenti
  • Ingombri ridotti
  • Estremamente modulare, modificabile facilmente anche in un secondo momento
  • Aumenta l’automazione e la produttività
  • Trasporto delicato che non danneggia o altera la polvere farmaceutica
  • Nessuna dispersione o contaminazione del prodotto
  • Incremento di igiene e sicurezza all’interno dei reparti
  • In grado di trasportare grandi quantità anche a notevole distanza

Immagini e video

Tramoggia di carico per comprimitrice
Schema impianto di trasporto pneumatico
Per la tua privacy YouTube necessita di una tua approvazione prima di essere caricato. Per maggiori informazioni consulta la nostra Privacy policy del sito.
Ho letto la Privacy Policy ed accetto