Le soluzioni di trasporto pneumatico Apply studiate per la movimentazione industriale del tabacco, sono caratterizzate da un’avanzata tecnologia, per l’automazione di tutta la produzione. Sono in grado di gestire e controllare automaticamente l’intero ciclo di trasporto, dal caricamento iniziale fino al raggiungimento della destinazione prefissata. Con il trasporto pneumatico è possibile trasportare tabacco, nelle diverse forme utili all’industria, interfacciando macchine di processo, oppure verso sistemi di pesatura ed impacchettamento.

Il tabacco è un prodotto agricolo ricavato dalle foglie aromatiche delle piante della famiglia selle solanacee del genere Nicotiana, coltivato in buon parte del Mondo. Viene lavorato principalmente per ottenere sigarette, drum e mix adatti per essere masticati, fumati nelle pipe o da svapo. Altre lavorazioni meno intuitive ottengono dal tabacco pesticidi, prodotti repellenti, aromi utilizzati in cucina, paste per il trattamento di punture di insetti ed oli per vernici. Qualsiasi sia il derivato, scegliendo il trasporto pneumatico per la movimentazione industriale del tabacco, potrai beneficiare di numerosi vantaggi rispetto ai sistemi di trasporto tradizionali. Impianti di trasferimento come elevatori a tazze, nastri trasportatori o coclee non possono garantire la massima qualità del prodotto, l’igiene totale o lo stesso risparmio.

La nostra ditta realizza sistemi di trasporto pneumatici, di dimensioni contenute, per la movimentazione industriale del tabacco in completa aderenza con le esigenze del settore. Partendo da silos di stoccaggio, da big bag o direttamente dai cumuli, gruppi aspiratori di varie potenze movimentano il prodotto grazie alle tramogge di carico. Sfruttando l’aspirazione lungo tubazioni chiuse, questi sistemi spostano il tabacco da un punto all’altro dell’azienda in base alle vostre esigenze operative.

Principali prodotti del tabacco

La maggior parte dei prodotti che vengono dal tabacco possono essere divisi in due grandi categorie, quelli da fumo e quelli non da fumo. Nel primo gruppo rientrano ovviamente le sigarette, che possono essere prodotte con tabacco vero, con tabacco rigenerato oppure con misture che uniscono altri elementi, come ad esempio i chiodi di garofano nelle kretek. Ci rientrano i sigari, come i blunts o i cigarillos. Ne fanno parte anche i tabacchi più o meno aromatizzati destinati a pipe e narghilè, come kizami e gutka, così come i preparati per le sigarette elettroniche.

La categoria dei prodotti non da fumo è molto più ampia e parte dai tabacchi da masticare, disponibili in diversi formati, a foglia sciolta, trinciato come il famoso Copenhagen, oppure in confetti o arrotolato. Si passa poi per gli snuff, i tabacchi da fiuto, consumati per inalazione, il tabacco umido ed il tabacco solubile. Sono tutte tipologie che assumono forme e consistenze diverse, come polveri, matassine, filamenti, pastiglie o trinciati. Indipendentemente dalla loro natura sono comunque adatte alla movimentazione industriale tramite trasporto pneumatico.

La lavorazione del tabacco per le sigarette

Ogni produttore applica procedimenti interni che vengono tenuti segreti affichè poi le sigarette abbiano gli aspetti ed i gusti tipici delle varie marche. Nonostante ciò la lavorazione industriale del tabacco, per la produzione delle sigarette, può essere schematizzata in alcune fasi generiche. Il trasporto pneumatico per movimentare industrialmente il tabacco è in grado di portare diversi benefici in molti di questi passaggi. In molti perché nelle fasi in cui, ad esempio, grandi foglie devono essere trasportate intere, il trasporto pneumatico risulta inefficace.

Dopo la raccolta le foglie sono fatte essiccare in maniera naturale oppure utilizzando fonti di calore, al chiuso o all’aperto. Segue una cernita ed una fase che si può definire “di fermentazione”, dove le foglie selezionate sono inumidite, irrorate con specifici prodotti e riscaldate. Nella concia invece sono messe in un bagno zuccherino contenete una ricetta di vari composti. A questo punto scatta la tritatura ed il mescolamento all’interno di grandi silos, fino alla riduzione in polvere per la creazione di un fluido viscoso, detto slurry, ottenuto con acqua fibre ed altre sostanze. Al termine di questo ciclo si avrà un’essiccazione ed una lavorazione per ottenere un semi lavorato di tabacco in un grande foglio omogeneo, successivamente tagliato da macchinari ad alta precisione. Da qui macchine automatiche assemblano i vari pezzi della sigaretta, filtro, carta, tabacco… nel prodotti finito, che sono infine impacchettate e messa nelle stecche.

Movimentazione industriale del tabacco tramite nastro trasportatore.

Necessità nella movimentazione industriale del tabacco

Abbiamo visto come le industrie manifatturiere dei tabacchi mettano molta ricerca ed energia nella caratterizzazione dei loro prodotti, in termini di sapori ed aromi. Una prima necessità risulta essere quella di preservare la qualità, l’integrità e le caratteristiche organolettiche del tabacco, in un ambiente igienico. I trasporto pneumatici sono la soluzione ideale per questa richiesta. A differenza dei nastri trasportatori, i prodotti vengono movimentati velocemente all’interno di tubazioni chiuse, lungo tutto il percorso. Così l’igiene è massima ed è impossibile che vengano contaminati da odori o elementi esterni che potrebbero comprometterne le peculiarità.

Pensiamo di dover movimentare del gutka, un tabacco da masticare contenente aromi e noce di betel tritata. Scegliendo un impianto di trasporto pneumatico, il mix di elementi che formano il prodotto non subirà nemmeno una demiscelazione, nonostante sia formato da componenti dalle proprietà fisiche e chimiche diverse. Le proporzioni fra i diversi elementi, che sussiste nel punto di presa prodotto, saranno le stesse del punto di arrivo.

Una seconda necessità, che emerge dalle richieste che ci pervengono dalle aziende che lavorano il tabacco, potremmo definirla come la ricerca di efficienza per trasporti complessi. Pensando a tutte le fasi di lavorazione che il tabacco necessita, si comprende come si debba spostarlo in modi diversi fra molti macchinari. La tecnologia del trasporto pneumatico può sostituire da sola tutti i metodi classici utilizzati nella movimentazione industriale del tabacco. Questa semplicità è ancora più lampante considerando due fattori aggiuntivi. Il primo è l’ampia gamma di accessori e soluzioni che disponiamo per il carico e scarico del materiale. Il secondo è costituito dalla possibilità di “sagomare” i tubi di trasporto su percorsi tortuosi, con una richiesta minima di ingombro.

Come risparmiare col trasporto pneumatico

Adottare il trasporto pneumatico per muovere il tabacco all’interno di un sito produttivo è una scelta che porta con sé una serie di vantaggi economici. Indichiamo di seguito i punti di forza rispetto ai sistemi tradizionali di movimentazione.

  • Risparmio economico e maggior efficienza. I consumi sono bassi, infatti per trasportare un chilo di prodotto è necessaria molta meno energia.
  • Ridotti costi di gestione. Ci sono pochissime parti in movimento e l’usura è inferiore. Di conseguenza i costi di manutenzione sono assai contenuti, così come gli interventi tecnici e l’acquisto dei ricambi.
  • Zero sprechi. Un impianto di trasporto pneumatico è completamente chiuso, quindi non ci sarà nessuna perdita di prodotto.
  • Semplicità di progettazione, di montaggio e di sanificazione. Layout, installazione e pulizia richiedono meno tempo e quindi spenderete meno per queste operazioni.
  • Si liberano risorse umane ed aumenta la produttività. La logica funzionale che controlla l’impianto di trasporto pneumatico per movimentare il tabacco è totalmente automatica e permette un esercizio continuo.
  • I semilavorati ed il tabacco viaggiano dentro tubazioni chiuse, così gli ambienti sono più puliti, con conseguente riduzione delle spese per le pulizie.

Altri vantaggi dei nostri impianti

Gli impianti Apply destinati alla movimentazione industriale del tabacco sono caratterizzati da un alto tasso di flessibilità e modularità. Siamo in grado di interfacciarli a praticamente tutte le macchine automatiche di processo. Li personalizziamo in base alle vostre esigenze specifiche, anche come capacità di carico. Il quadro elettrico con interfaccia utente è controllato da PLC che elaborano i segnali da sensori ed altri componenti elettronici. L’intero processo di trasporto è sotto controllo ed è possibile selezionare la modalità di funzionamento desiderata.

Un secondo vantaggio importante anche per chi opera fuori dall’Italia riguarda le certificazioni. È possibile certificare i nostri sistemi per uso alimentare, ATEX ed FDA. Le parti a contatto con il prodotto possono essere realizzati totalmente o parzialmente in acciai inox AISI e con vari tipi di finiture interne ed esterne.

Infine sono fondamentali i nostri standard di sicurezza nelle fasi progettazione, realizzazione e collaudo. Verifichiamo il corretto funzionamento elettromeccanico di tutto il sistema e dei singoli elementi. I test sono prolungati, circostanziati ed effettuati in situazioni di carico maggiori di quelle di normale esercizio.